In questo articolo:

 

Impianti Movingfluid: performance e capacità mimetica da fuoriclasse

La case history che stiamo per raccontarti ci vede impegnati nella realizzazione di impianti di erogazione fluidi completamente personalizzati al fianco di Nikola e IVECO, con riferimento al rivoluzionario progetto nato dalla loro partnership. Annunciato alla fine del 2019, e tuttora agli onori di cronaca delle più importanti riviste di settore, e non solo, il passo compiuto dalle due società è destinato a segnare per sempre il futuro della mobilità elettrica. Nasce infatti da questa sinergia commerciale Nikola Tre, il truck elettrico dal design stiloso e accattivante già richiestissimo sul mercato.

La capacità di Movingfluid di lavorare a commesse totalmente custom e di inserirsi con le proprie realizzazioni in maniera mimetica all’interno di impianti industriali preesistenti ha fatto sì che, ancora una volta, brand leggendari del settore automotive selezionassero il nostro team di lavoro per essere affiancati con soluzioni geniali in un importante progetto.

Più nel dettaglio, la sfida raccolta da Movingfluid che stiamo per condividervi è finalizzata alla progettazione e creazione di impianti di erogazione destinati a trasferire i fluidi necessari all’interno del motore e altre parti del veicolo, predisponendo così il mezzo alla messa su strada.

Non secondario: gli erogatori devono rispecchiare perfettamente il look and feel del contesto produttivo, uniformandosi all’estetica dei macchinari presenti.

Così come è stato nel caso di Lamborghini, per cui abbiamo realizzato cabine di verniciatura ad hoc destinate alla finitura delle auto di lusso, il nostro expertise nella movimentazione fluidi viene ora testato per inserirsi nel processo di approntamento del nuovissimo veicolo elettrico.

Laddove gli impianti devono rispondere a stringenti richieste prestazionali e l’estetica è un must, Movingfluid non ha rivali. Le unità da produrre sono poche? I fornitori devono essere quelli già scelti dall’azienda? I dispositivi devono inserirsi in una linea produttiva esistente, rispettare determinate misure ed essere corredati da manuali d’uso redatti secondo gli standard aziendali?

A tutte queste richieste siamo preparati a dire sì.

Sei pronto a spingere il piede sull’acceleratore e a testare con noi i primi camion elettrici Nikola Tre?

 

Con Nikola e IVECO alla guida del futuro

Dopo avere annunciato dal 2016 una serie di concept di veicoli a emissioni zero, la Nikola Corporation è passata all’azione, occupandosi in prima linea della produzione stessa dei mezzi a energia pulita.

Poiché i grandi camion diesel impattano altamente sulle emissioni di carbonio (un semirimorchio diesel emette una quantità di carbonio pari a quella di 14 auto a benzina), convertire i veicoli pesanti in mezzi a zero emissioni rappresenta sicuramente un obiettivo primario in termini di beneficio per l’ambiente.

Con l’inaugurazione dello stabilimento tedesco di Ulm, destinato al processo di assemblaggio finale di veicoli elettrici, la “neonata” società Nikola IVECO Europe GmbH procede speditamente verso la realizzazione in serie dei truck brandizzati Nikola e concepiti sulla base dell’S-Way della casa italiana.

Ed è proprio nella sede produttiva di Ulm che i nostri sfigasolver sono chiamati a intervenire con una brillante soluzione, contribuendo con il loro know-how alla realizzazione di un sistema di erogazione fluidi in linea con gli elevatissimi standard qualitativi richiesti.

Non possiamo che essere onorati della responsabilità di cui siamo stati investiti e felici di avere contribuito con un piccolo ma determinante tassello a questa importante evoluzione dei trasporti. Posizionato come ultimo passaggio sulla linea di assemblaggio, l’impianto di erogazione fluidi fornisce di fatto al camion quell’energia vitale indispensabile per partire, prima che il mezzo sia infine messo su strada.

Una strada che ci auguriamo essere lunga non solo in termini di chilometri percorsi, ma anche di obiettivi raggiunti, aprendo le porte a un futuro della mobilità sempre più green.

 

Stabilimento IVECO di Ulm, Germania. Gerrit Marx (IVECO) e Mark Russel (Nikola)
Stabilimento IVECO di Ulm, Germania. Gerrit Marx (IVECO) e Mark Russel (Nikola) posano davanti al nuovo truck Nikola Tre, posizionato in corrispondenza dell’impianto di riempimento progettato da Movingfluid.

 

Truck elettrico Nikola Tre
Truck elettrico Nikola Tre

 

Dal software alla meccanica, la sfida: precisione e customizzazione ai massimi livelli

Nel mese di agosto 2020 Nikola IVECO Europe GmbH lancia una gara per la realizzazione di quattro impianti di erogazione fluidi da installarsi sulla nuova linea di montaggio, esattamente all’interno del nuovo stabilimento Nikola di Ulm.

I macchinari in oggetto sono finalizzati a erogare in successione, sulla linea di approntamento del veicolo, i seguenti fluidi prima della messa in marcia del mezzo stesso:

  1. olio idroguida per impianto frenante
  2. Paraflu liquido radiatore (due differenti tipologie di prodotto)
  3. filling per gas R134A per circuito aria condizionata
  4. liquido lavavetri DP1

Viene richiesta una progettazione chiavi in mano di sistemi facilmente movimentabili e che dispongano di:

  • interfacce software HMI (Human Machine Interface) di ultima generazione nelle lingue tedesco e inglese;
  • integrazione per tutti e quattro i sistemi con software di supervisione locale centralizzata in grado di identificare le singole macchine e monitorarne comportamento e prestazioni, inclusa la storicizzazione degli errori;
  • controllo della produzione con approccio C3 (Comunicazione, Comando, Controllo), in grado di monitorare e registrare l’operato di ogni singolo impianto (quantità erogata, pressione a vuoto,…), rendendo fruibili le informazioni a fronte di qualsiasi necessità di recupero dati;
  • tracciabilità della filiera di produzione: scambio dati di processo a livello 3 del MES (Manufacturing Execution System), attraverso un sistema software completo e dinamico in grado di monitorare, tracciare, documentare e controllare il processo di produzione, fornendo ai responsabili decisionali gli elementi necessari per apportare migliorie di processo.

 

Interfaccia software del sistema di erogazione fluidi realizzato per Nikola Tre
Interfaccia software del sistema di erogazione fluidi realizzato per Nikola Tre

 

Una commessa senza difficoltà non fa per noi!

Non poche le difficoltà da superare per i nostri sfigasolver. La progettazione e la realizzazione dei quattro erogatori richiede infatti una radicale reingegnerizzazione a livello estetico e funzionale dei pezzi, inclusiva di:

  • software completamente customizzato: nell’immagine sopra è visibile l’interfaccia grafica del programma da noi fornito;
  • approvvigionamento di componentistica commerciale vincolata alle direttive aziendali per quanto riguarda codici prodotto e fornitori, così da ottenere un perfetto allineamento visivo rispetto all’impianto preesistente.
    Per quanto riguarda le parti strutturali del sistema di pompaggio, Movingfluid ha offerto il proprio valore aggiunto nella scelta degli articoli più performanti, grazie a una conoscenza approfondita e aggiornata delle soluzioni disponibili sul mercato della movimentazione fluidi;
  • consegna in tempi brevissimi: l’installazione delle macchine, comprensiva di collaudo finale, viene richiesta entro e non oltre sei mesi di calendario dalla data dell’ordine. Il termine è tassativo, dettato dagli impegni di delivery già presi dall’azienda nei confronti dei propri clienti. Le consegne di Nikola Tre sono infatti previste iniziare entro il 2022 per i primi fortunati acquirenti selezionati negli Stati Uniti.

 

Vuoi un impianto di erogazione fluidi unico e brandizzato con il tuo nome?

 

La soluzione: tabella di marcia rispettata nei minimi dettagli

Come affrontare efficacemente un progetto così articolato, ricco di specifiche e con carattere di urgenza se non impostando da subito una meticolosa pianificazione?

Sembra banale? Il rigore, dalle nostre parti, è di casa. Lo consideriamo una doverosa forma di rispetto verso il cliente: manteniamo sempre l’impegno preso senza dilatazioni di tempi e scusanti, come purtroppo spesso accade.

Tramite diagrammi di Gantt, abbiamo quindi realizzato e condiviso con il committente una mappa del progetto totale, comprensiva di attività, ruoli, tempistiche di fornitura e interventi tecnici per l’installazione dei macchinari.

Dopo una prima fase di accurata progettazione da parte del nostro studio tecnico specializzato nell’ingegneria dei fluidi, siamo passati rapidamente alla messa in opera.

Coordinandoci con il cliente in maniera continuativa, più volte a settimana, abbiamo sviluppato il progetto in parallelo per tutti i comparti di fornitura, arrivando a consegnare e collaudare gli impianti di riempimento alla data prevista rispetto al programma compilato sei mesi prima.

Un grande lavoro di squadra ci ha così premesso di soddisfare le esigenze di Nikola IVECO Europe in termini funzionali ed estetici, rendendo possibile l’utilizzo degli erogatori di fluidi per la messa su strada del nuovo camion a batteria senza ritardi di produzione.

L’impianto realizzato presenta inoltre un livello di precisione tale da ridurre lo scarto al minimo, al di sotto dello 0,3%, consentendo un ottimale sfruttamento delle sostanze utilizzate (olii, gas, liquidi) e pressoché azzerando la necessità di qualsiasi intervento di manutenzione.

 

Impianto di erogazione fluidi per Nikola Tre progettato da Movingfluid
Impianto di erogazione fluidi per Nikola Tre progettato da Movingfluid

 

A ritmo spedito verso una nuova collaborazione

I quattro impianti di erogazione fluidi sono stati installati e collaudati non solo nei tempi previsti, ma anche nel rispetto delle procedure del WMC (World Class Manufacturing), in base alle quali il sito di Ulm opera. Questo acronimo fa riferimento a un programma di innovazione basato sul miglioramento continuo e sulla sistematica riduzione dei costi di produzione attraverso l’eliminazione di ogni tipo di spreco. Zero sprechi, zero incidenti, zero guasti e zero scorte. Un risultato ottenibile solamente grazie all’impiego di metodi rigorosi, misurazioni oggettivabili e con il coinvolgimento di tutti.

Il rispetto di questa metodologia qualifica oggi i più importanti costruttori di beni e servizi a livello mondiale ed è ampiamente utilizzata nel settore automotive.

Un esempio di applicazione derivante da questa filosofia è l’impegno da parte del fornitore a garantire autonomia all’utilizzatore finale del bene in caso di necessità di manutenzioni o interventi futuri, fornendo un manuale di istruzioni dettagliato ed esaustivo, comprensivo di ogni casistica.

Una richiesta che abbiamo ampiamente soddisfatto, corredando la nostra fornitura con analisi e documenti multilingue, allineandoci per la loro redazione alla manualistica tecnica standard del committente.

A seguito della soddisfazione del cliente, IVECO ci ha assegnato un’altra commessa di fornitura presso lo stabilimento di Brescia. Lo stesso sistema di erogazione fluidi è pronto ad essere utilizzato sui Daily 4×4, …ma di questo parleremo in un prossimo articolo!

Continua a leggere il nostro Journal!

Se invece vuoi metterci alla prova con un impianto, il più difficile che tu possa immaginare

 

Non sai come risolvere una “sfiga” con il tuo impianto?

Iscriviti alla newsletter.
I tuoi dati sono al sicuro. Cliccando sull'accettazione ne acconsenti il trattamento come indicato nella Privacy Policy.
Messaggio inviato correttamente.
Vuoi metterti in contatto con noi right now?